Patriottismo Prossimo Venturo

13 Aprile, Udine, via Cividale, 20:30.
Conferenza identitaria con Federico Fregni.

Guerra, fuoco e smarrimento all’orizzonte: un’ora buia per l’Italia e per l’Europa? O forse è giunto il momento della riscossa, di un nuovo – più vero – risorgimento identitario e patriottico per i popoli italici ed europei?

Pur all’interno di una situazione geopolitica esplosiva, la nostra Nazione sta tornando al centro dell’attenzione, e pur in forme confuse e opportuniste, l’attaccamento alla propria Storia e alla propria sovranità stanno ritornando prepotentemente al centro del dibattito politico, all’interno del quale, finalmente, sembrano scemare le contrapposizioni e gli schieramenti del secolo scorso, se non nei ragli di pochissimi soggetti condannati all’estinzione politica e sociale.

Al centro dell’attenzione politica e culturale, e a maggior ragione della nostra attenzione di identitari, è ora la domanda cruciale: che Italia vogliamo? E all’interno di quale Europa?

La strada da seguire è quella di insistere con questo “sovranismo” opportunista, sempre ballerino tra lusinghe americane, cinesi, russe e quelle “neocarolinge” di Bruxelles, oppure è giunto il tempo che gli identitari e gli uomini d’azione e di cultura italiani pretendano una nuova Europa dei Popoli, con l’Italia nel ruolo che più merita, quale capitale culturale e quale soggetto di una politica di potenza e di dialogo con l’Eurasia e con il mondo? Una Italia federale e romana, all’interno di una confederazione europea centrata nella comune identità e destino storico, e non più attorno agli interessi di poche manciate di usurai e lobbisti.

Ne abbiamo parlato a Udine, città di una Regione dalla storia complessa e stratificata, il Friuli e la Venezia Giulia, che è l’emblema della nostra sfida: il risveglio di una identità che parta dai territori e dalle comunità etnico-storiche, radicate nella loro Storia e proiettate nel futuro.

L’incontro di formazione, aperto anche al pubblico, è stato anche proficua occasione per rinsaldare i rapporti tra gli identitari del FVG e quelli dell’Emilia-Romagna, che si sono trattenuti ulteriormente in zona per esplorare i monumenti della Storia e della Natura friulana.

Eventi di questo tipo sono in programma per le altre regioni dove siamo presenti con militanti o anche semplici simpatizzanti del movimento identitario. 
Sono benvenute proposte da tutti i nostri simpatizzanti per organizzare assieme nuove date di cultura e politica identitaria. Sentitevi liberi di scriverci le vostre proposte.

Patria!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto